Zona Giardino

Biografia
Nato nel 1954 a Cavarzere (VE), esercita per alcuni anni la libera professione, dedicandosi, contemporaneamente, allo studio dell’arte della ceramica presso l’antica bottega di ceramica Capuani di Este; nel 1979 apre con la moglie un laboratorio di ceramica artistica.
Frequenta a Venezia la Scuola Internazionale di Grafica con Ezio di Martino e Nicola Sene e presso l'Accademia di Belle Arti di Venezia la Scuola Libera del Nudo con i Maestri Vittorio Basaglia e Luciano Zarotti.
Nel 1988 incontra il Maestro Remo Brindisi, che lo invita per una mostra nel Museo Alternativo d’Arte Moderna del Lido di Spina (FE), tenutasi nell’estate del 1990. Dal 1986 partecipa a numerose manifestazioni nazionali ed internazionali, ottenendo premi e riconoscimenti. Esegue opere a carattere prevalentemente sacro e civile.

Opera esposta nel Museo

› Biografia
Nato nel 1936 a Marcianise (CE), si diploma presso l'Istituto d'Arte e frequenta i corsi di scenografia presso l'Accademia di Belle Arti di Napoli.
Nei primi anni Cinquanta inizia la sua attività muovendosi nell'area del neorealismo. Le sue prime partecipazioni a mostre risalgono al 1958. Nel 1966 è tra i promotori del gruppo Proposta ‘66 Terra di Lavoro; attraverso le attività di gruppo, l’Artista dà vita ad un’intensa attività di ricerca visiva e di comunicazione socio-politica. Successivamente, orienta la sua ricerca sulla grafica, elaborando nuove e sconcertanti ipotesi di lavoro, mediante la costruzione di macchine non funzionali, in cui è evidente l'intento dissacratorio nei confronti della tecnologia. Nel corso degli anni Settanta è coinvolto in un’intensa attività espositiva in Italia ed all’estero. Con l'inizio degli anni Ottanta si dedica in maniera più esclusiva alla costruzione di opere in legno. In questi anni la tessitura grafica si fa più puntigliosa e si carica di ulteriori connotazioni concettuali; nascono i cicli Automatismi della Memoria e Ritratti di Memoria, vere e proprie interpretazioni fantastiche. Gli anni Novanta sono altrettanto ricchi di partecipazioni a mostre personali e collettive, al fianco di artisti come Giuseppe Antonello Leone e Stelio Maria Martini. Muore a S. Maria Capua Vetere (CE) nel 2011.

Opera esposta nel Museo

L’opera si chiama Il transito della follia.

Opera esposta nel Museo

› Biografia
Nata nel 1946 a Saviano (NA), lavora presso il Liceo Artistico Statale di Napoli, dopo aver conseguito la maturità classica e la laurea in lettere presso l'Università degli Studi di Napoli.
Frequenta, successivamente, il corso di perfezionamento in storia dell‘arte presso l'Università degli Studi di Roma, interessandosi fortemente alle problematiche dell'arte contemporanea, passione alla quale si era avvicinata sin dall'adolescenza, studiando da autodidatta.
Tra la fine degli anni Ottanta e l'inizio degli anni Novanta prende parte a diverse mostre collettive, soprattutto tra Roma, Firenze e Napoli, dove espone anche in alcune personali dal 1988 al 1993.

Opera esposta nel Museo

› Biografia
Nato nel 1932 a Napoli, ha insegnato discipline pittoriche presso l'Istituto d'Arte Filippo Palizzi di Napoli.
La sua pittura è caratterizzata dalle sinopie. Fin dai primi anni Sessanta, partecipa attivamente alla vita artistica nazionale. A partire dagli anni Settanta è pittore di lungo corso sempre sul versante figurativo. Dagli anni Ottanta l'Artista ha impresso alla sua pittura un carattere più moderno, staccandosi dal retaggio della cultura della città, conservandone unicamente i caratteri forti, ponendosi in linea con le correnti artistiche italiane e europee, aderendo per così dire alla forza e alle suggestioni dell’Informale, dove è stato libero di dar sfogo alla sua vitalistica personalità cromatica.
Ha esposto nelle maggiori capitali d'Europa, e a Roma presso il Complesso di San Michele Ripa; al Palazzo dei Diamanti di Ferrara e al Palazzo Reale di Napoli. Nel 2003 vince il Premio Sulmona(Aquila).
Diverse le sue opere pubbliche: San Giovanni in Laterano, Roma, Giubileo 2000; Museo d'Arte Moderna, Bologna, I graffiti di New York; Palazzo Beni Culturali di Patrasso (Grecia), Memoria del Satir; Museo Archelogico del Sannio (Benevento), L'Enigma; Museo Arte Contemporanea, Sant'Agata dei Goti (Benevento), Composizione; Comune di Castellanza (Varese), Figure nella storia; Museo d'Arte Moderna, Sulmona (Aquila), Personaggi; Pinacoteca d'Arte Contemporanea, Caserta, Ombre della Memoria; Museo Istituto d'Arte Palizzi, Napoli, Il tronco.

Opera esposta nel Museo

loghi_por.jpg